Tour Laos, Vietnam, Cambogia

Partenza di gruppo min.20 partecipanti

da €2900,00


I nostri tour di gruppo prevedono tutti i servizi fondamentali inclusi:

  • Il trasporto aereo dall'Italia;
  • L'accompagnatore Entour dall'Italia, garantito al raggiungimento del minimo dei partecipanti previsto in ciascun programma. Nel caso non si raggiunga il minimo dei partecipanti specificato, è prevista l'assistenza sul posto di esperte guide locali parlanti italiano;
  • L'assistenza da parte nel nostro partner locale oltre alla notra assistenza telefonica 24h.



LAOS

Nome completo del paese: Repubblica Democratica Popolare del Laos

Superficie: 236.800 kmq

Popolazione: 6.217.141 abitanti (tasso di crescita demografica 2,44%)

Capitale: Vientiane (194.200 abitanti)

Popoli: 68% lao loum (lao delle pianure), 22% lao theung (di discendenza protomalese o mon-khmer, vivono sulle pendici delle montagne a media quota), 9% lao soung (tribù hmongo - meo - e yao - mien - che vivono ad alta quota), 1% vietnamiti e cinesi

Lingua: lao (uff.), francese

Religione: 60% buddhista, 38,5% animista e seguaci dei culti degli spiriti, 1,5% cristiana

Ordinamento dello stato: repubblica democratica popolare

Fuso orario: sette ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich

Elettricità: 220V

Clima: Il periodo migliore per visitare il Laos è quello compreso tra novembre e febbraio, quando piove poco e non fa troppo caldo, e che è poi considerato, insieme al mese di agosto, il periodo di alta stagione. Se il vostri viaggio prevede escursioni in montagna, sono piacevoli anche i mesi di maggio e luglio. Durante la stagione delle piogge (da luglio a ottobre) le strade possono essere completamente invase dall'acqua, ma si può ricorrere ai numerosi trasporti fluviali. Sappiate comunque che il numero di turisti è relativamente basso in qualsiasi periodo dell'anno.

Valuta: Kip (KN)

Cucina: L'elemento principale di tutti i pasti laotiani è il riso e quasi tutti i piatti sono preparati con ingredienti freschi quali verdure, pesce d'acqua dolce, pollo, anatra, maiale, manzo o bufalo. Il succo di lime, la citronella e il coriandolo fresco conferiscono al cibo un caratteristico aroma pungente e per salare le pietanze vengono utilizzati vari preparati a base di pesce fermentato. Altri condimenti sono il peperoncino, l'aglio, la menta, le arachidi macinate, il succo di tamarindo, lo zenzero e il latte di cocco. I piatti sovente sono accompagnati da un contorno di lattuga, menta, coriandolo, germogli di mung, lime o basilico: si prende una foglia di lattuga e la si riempie con gli altri ingredienti formando un involtino. Il whisky di riso o lào-láo (liquore specialità del Laos) è una bevanda molto comune tra le popolazioni delle pianure. Viene in genere bevuto liscio, accompagnato da un bicchierino di acqua naturale. In Laos non è sicuro bere l'acqua di rubinetto, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. In alternativa l'acqua corrente può essere trattata facendola bollire per almeno 15 minuti, al fine di garantire la più efficace delle purificazioni.


VIETNAM

Nome completo del paese: Repubblica Socialista del Vietnam

Superficie: 329.560 kmq

Popolazione: 83.535.576 abitanti (tasso di crescita demografica 1%)

Capitale: Hanoi (1.396.500 abitanti, 2.543.700 nell'area metropolitana)

Popoli: 85-90% di etnia vietnamita (sei gruppi principali: karen, hmong, lahu, mien, akha, lisu), 3% di etnia cinese oltre a khmer, cham (discendenti dell'antico regno di Champa, di cultura indiana) e membri di 60 gruppi etno-linguistici (anche conosciuti come montagnard, ossia montanari in francese)

Lingua: vietnamita (ufficiale)

Religione: buddhista, taoista, confuciana, hoa hao, caodaista, musulmana e cristiana

Ordinamento dello stato: repubblica socialista

Fuso orario: sette ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich

Elettricità: la maggioranza degli impianti funziona con una corrente alternata a 220V

Valuta: Dong. Si può cambiare valuta in quattro modi: in banca, negli uffici di cambio autorizzati, presso le reception degli alberghi e sul mercato nero. Il tasso di cambio più conveniente è quello praticato dalle banche, anche se gli uffici di cambio si trovano più a portata Adi mano e restano aperti più a lungo. br/>
Clima: Per andare in Vietnam non esiste un periodo migliore di un altro. Infatti, quando una regione è troppo piovosa o fredda, o incredibilmente afosa, c'è sempre un'altra zona in cui il tempo è sereno e si sta bene. Nel sud del paese si possono individuare con una certa approssimazione due stagioni: la stagione umida (da maggio a novembre, con alte punte di piovosità da giugno ad agosto) e la stagione secca (da dicembre ad aprile). Il periodo più caldo e umido è compreso tra la fine del mese di febbraio e maggio. La zona costiera centrale gode invece di un clima secco da giugno a ottobre. Anche nella parte settentrionale ci sono due stagioni: inverni freddi e piovosi (da novembre ad aprile) e calde estati (da maggio a ottobre). Naturalmente, le regioni montane sono più fresche di quelle costiere e durante l'inverno le temperature possono scendere anche sotto zero. Le zone centrali e settentrionali sono occasionalmente vittime di tifoni, specialmente tra giugno e novembre.

Cucina: La regola numero uno è stare attenti all’acqua. Il ghiaccio, in particolare, può rappresentare un rischio; quando non siete sicuri che l’acqua usata per produrlo fosse pura, evitatelo del tutto. La cucina vietnamita è particolarmente varia: si dice che vi siano almeno 500 piatti tradizionali, da quelli a base di carni esotiche come quelle di pipistrello, cobra e pangolino fino a fantasiose ricette vegetariane (spesso cucinate per contenere la stessa carne e il pesce). Il piatto classico vietnamita è però costituito da riso in bianco accompagnato da verdure, carne, pesce, spezie e intingoli vari. Tra gli spuntini più comuni vi sono gli involtini primavera e le frittelle di riso, oltre alle onnipresenti zuppe con anguille e vermicelli, pollo spezzettato e speziato. Tra i frutti più singolari ricordiamo il frutto del drago verde, il jojoba, i cachi, il longan, il mangostano, il pompelmo, la ciliegia a tre semi e la mela d'acqua. Per mangiare un piatto vietnamita bisogna prendere il riso da un piatto comune e metterlo nella propria ciotola. Con le bacchette, poi, si prende la carne, il pesce o le verdure dai piatti di portata e li si aggiunge al riso. Tenendo la ciotola vicino alla bocca, si usano le bacchette per mangiare. I vietnamiti sono sorpresi da chi lascia la ciotola sul tavolo e cerca di portare alla bocca il cibo precariamente tenuto con le bacchette: si tratta di una cosa che li diverte, ma non li offende. Una bevanda molto rinfrescante che potrete gustare in Vietnam è il latte di cocco. I vietnamiti credono però che il latte di cocco affatichi l'organismo. Gli atleti, per esempio, non lo bevono mai prima di una competizione. Un'altra specialità vietnamita, questa volta alcolica, è il vino di serpente (ruou ran). Si tratta di un vino di riso nel quale si trova un serpente sottaceto. Sembra che questo prodotto abbia proprietà tonificanti e si dice che curi qualsiasi disturbo...


CAMBOGIA

Nome completo del paese: Stato della Cambogia

Superficie: 181.040 kmq

Popolazione: 13.607.069 abitanti (tasso di crescita demografica 1,8%)

Capitale: Phnom Penh (1.169.800 abitanti)

Popoli: 90% khmer, 5% vietnamiti, 1% cinesi, 4% altri

Lingua: khmer (lingua ufficiale), francese

Religione: 95% buddhista theravada, 5% musulmana cham, cattolica, altre religioni

Ordinamento dello stato: monarchia costituzionale

Fuso orario: sette ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich

Elettricità: 220V, 50Hz (fornitura elettrica instabile)

Valuta: riel (CR)

Cucina: In Cambogia non è sicuro bere l'acqua di rubinetto, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. In generale, la cucina khmer è simile a quella thailandese, ma fa uso di meno spezie. Un pasto cambogiano prevede quasi sempre la zuppa, mentre il pesce è senza dubbio il piatto principale: una specialità particolare è il pesce d'acqua dolce alla griglia, avvolto in foglie di lattuga o spinaci e poi immerso in una salsa a base di pesce e noci. Le 'insalate' sono spesso condite con coriandolo, menta e citronella: tre sapori che caratterizzano molti piatti della cucina cambogiana. La cottura quotidiana del pane risente molto dell'influenza francese. Tra i dolci segnaliamo la torta di riso, piuttosto appiccicosa, e il pudding preparato con i frutti dell'albero del pane.

Clima: I mesi ideali per visitare la Cambogia sono dicembre e gennaio, quando il tasso di umidità è sopportabile, le temperature più fresche e le precipitazioni meno abbondanti. Da febbraio in poi il caldo è più opprimente e in aprile diventa insopportabile. La stagione delle piogge (da maggio a ottobre), anche se parecchio umida, è un buon periodo per visitare Angkor: in questi mesi i fossati sono pieni e la vegetazione lussureggiante. State invece alla larga dalle regioni nord-orientali: in questa stagione le piste diventano veri e propri acquitrini e sono del tutto impraticabili.


TOUR LAOS, VIETNAM, CAMBOGIA


QUOTA DI PARTECIPAZIONE minimo 20 partecipanti € 2.900,00

Quota di iscrizione € 40,00
Tasse aeroportuali € 60,00 (importo soggetto a riconferma)
Supplemento camera singola € 660,00
Supplemento per gruppo minimo 15/19 partecipanti € 100,00

Visto consolare LAOS + 1 foto (da pagare in loco) $ 40
Visto consolare VIETNAM, al momento gratuito per i cittadini italiani
Visto consolare Cambogia + 2 foto (da pagare in loco) $ 30



LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE COMPRENDE

  • Voli di linea da Milano Malpensa, della Singapore Air Lines, in classe economica come da programma;
  • Tasse aeroportuali Fuel Surcharge (YQ) per l’importo di € 350,00
  • Voli interni come da programma, incluse tasse aeroportuali (gennaio 2017);
  • Tutti i trasferimenti e gli spostamenti in Pullman privato, come menzionato nel,programma
  • Motoscafo Chau Doc- Phnom Penh;
  • Sistemazione in Hotel 4 * in camere doppie con servizi privati;
  • 1 pernottamento in Giunca sulla Baia di Halong;
  • Pasti come da programma ( 10 mezze pensioni e 3 pensioni complete) ;
  • Visite ed escursioni menzionate nel programma in pullman privato
  • Guida locale parlante italiano in Laos; Vietnam e 2 Guide in Cambogia;
  • Tutti gli ingressi previsti nel programma;
  • Assicurazione di viaggio medico-bagaglio della Global Allianz Assistance;
  • Kit da viaggio ENTOUR:
  • Accompagnatore dall’Italia con un minimo di 15 partecipanti.

 

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE NON COMPRENDE
I Visti consolari (da pagare in loco); Tasse aeroportuali € 60,00 soggette a riconferma; I pasti non menzionati nel programma; le mance che verranno raccolte dall’Accompagnatore (circa € 40,00 a persona); Gli extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce: LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE COMPRENDE.

 

Cambio applicato: € 1 = $ 1,06
(oscillazione superiore al +/-3% comporterà la revisione della quota di partecipazione)


TOUR LAOS, VIETNAM, CAMBOGIA

1° GIORNO - MILANO – SINGAPORE
Partenza con volo di linea per Singapore, pasti e pernottamento a bordo.

2° GIORNO: SINGAPORE - LUANG PRABANG (Laos)
Mezza pensione.
Arrivo Singapore in mattinata. Cambio aeromobile e proseguimento per Luang Prabang, dove l’arrivo è previsto nel pomeriggio. Disbrigo delle formalità di ingresso ed incontro con la guida locale per il trasferimento in Hotel. Cena e pernottamento in albergo.

3° GIORNO – LUANG PRABANG – HANOI (Vietnam)
Pensione completa.
Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla antica capitale Reale religiosa del Laos in un quadro incantevole situata alla confluenza dei fiumi Mekong e Nam Khan con i suoi templi più importanti: Wat Sean ed il Wat Xieng Thong (monastero della città d’oro), il Palazzo Reale al cui interno è allestito il bel Museo Nazionale.
Nel pomeriggio trasferimento al’imbarcadero e partenza per l’escursione alle Grotte di Pak Ou situate a circa 25 chilometri di barca da Luang Prabang lungo il Mekong alla foce del fiume Nam Ou: si tratta di due grotte situate nella parte inferiore di un dirupo di pietra calcarea con immagini di Buddha in ogni stile e dimensione. Al rientro sosta nel villaggio dei tessitori di Ban Phanom. Pranzo in ristorante locale.
Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Hanoi. Arrivo, disbrigo delle formalità d’ingresso, incontro con la Guida locale e trasferimento in Hotel. Sistemazione, cena e pernottamento.

Luang Prabang venne descritta nel 1909 dalla scrittrice francese Marthe Bassene: "che dolce paradiso del far niente! Riuscirà' questo luogo a proteggerci con ruscelli, cascate e templi abbandonati, contro l'ambizione ed il progresso di questo nostro secolo della scienza esatta, dei guadagni veloci, della vittoria del denaro e offrire il rifugio agli ultimi sognatori, ultimi amanti e agli ultimi trovatori". Inizio visita della cittadina, antica capitale Reale e religiosa del Laos, in un quadro incantevole tra il Mekong e Nam Kane.


4° giorno HANOI
Mezza pensione.
Prima colazione in albergo e visita della capitale politica del Vietnam. Hanoi, significa in vietnamita "al di qua del fiume. Capitale imperiale fin dal 1010 e durante la dinastia Le dal 1428 al 1788, riprese il suo ruolo nell’Indocina francese durante il periodo coloniale dal 1902 al 1953, per diventare la capitale politica del Paese dopo la riunificazione nel 1976.
La visita prevede il Tempio della letteratura, antica università costruita nel 1070 in onore di Confucio; la Pagoda ad un solo Pilastro (particolarissima pagoda in legno che poggia infatti su un unico pilastro, costruita nel 1049, a rappresentazione della purezza del fior di loto); il Mausoleo di Ho Chi Minh, il tempio Quan Than.
Nel pomeriggio passeggiata nel quartiere vecchio di Hanoi con sosta al mercato di Dong Xuan, al lago della Spada restituita, al Temio di Ngoc Son.
Pranzo in Ristorante. La sera, spettacolo di marionette sull’acqua. Pernottamento in hotel.

5° giorno : HANOI – HALONG BAY
Pensione completa.
Dopo la prima colazione partenza per la baia di Halong, definita l'ottava meraviglia del mondo. Arrivo dopo circa 3.50 ore, sistemazione a bordo nelle cabine riservate ed escursione in giunca nella bellissima baia La baia, costellata da rocce carsiche, ha subito nei millenni l'opera di erosione del vento e dell'acqua, creando un ambiente fantasmagorico di isole, isolette e faraglioni, alcuni dei quali alti centinaia di metri. Durante le mezze stagioni, la foschia del mattino crea effetti ancor più suggestivi, facendo apparire e scomparire isole e rocce in lontananza; la zona, disseminata da centinaia di isolotti emergenti dal mare, offre uno scenario fra i più suggestivi al mondo.

6° GIORNO: HALONG BAY – DANANG – HOI AN
Mezza pensione.
Mattina dedicata alla continuazione della visita della Baia di Halong in battello, dove si incrociano le pittoresche giunche dei pescatori e sosta ad alcune interessanti grotte, dichiarate dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Brunch in corso di escursione. Nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto di Hanoi e partenza in aereo per Danang. All’arrivo trasferimento in pullman ad Hoi An. Sistemazione in albergo e pernottamento.

7° GIORNO: HOI AN – MY SON – DANANG – HUE
Mezza pensione.
Dopo la prima colazione partenza in pullman per My Son, il sito archeologico più suggestivo del Vietnam, nella magica atmosfera di una vallata solitaria, immerse nel verde della foresta tropicale, vi sorgono infatti alcune torri Cham, testimonianza della più antica etnia del Paese, il Regno Cham vi si insediò infatti dal IV° fino al XV° sec. Fu il più importante centro spirituale e religioso del Regno Champa, ed esemplifica la grandezza del risultato architettonico Cham. E’ un vasto complesso di monumenti religiosi collegati l’un l’altro, originariamente comprendente più di 70 strutture. Questo suggestivo sito doveva sembrare una foresta di torri di mattoni rossi costruite per rispecchiare la divinità del re. Durante la guerra con gli Stati Uniti il sito è stato quasi distrutto totalmente, ed in seguito al restauro le torri sono 25.
Al termine rientro a Hoi An e tour in cyclo della cittadina ricca di edifici dall'influenza architettonica cinese, a testimonianza del suo importante passato di centro mercantile. Conosciuta dagli antichi come Faifo, Hoi An era un vivace porto commerciale sin dal 2° secolo d.C., sotto il regno Champa. Decaduta nel 14° secolo, riprese la sua funzione di emporio internazionale verso la metà del secolo 15°. Fu solo nel 19° secolo, con l’interramento del fiume Cai, che la città perse importanza a favore di Danang, che sorge 30 km al nord. di questa antica cittadina con vecchie case di legno in stile cinese, con il Ponte Giapponese costruito nel 1593, la Maison comunale di Phuoc Kien, il Tempio cinese di Fukie dedicato alla divinità del mare. Pranzo in corso di escursione. Nel pomeriggio, partenza per Hue. Arrivo e sistemazione in Hotel. Pernottamento.

8° GIORNO: HUE' – HO CHI MINH CITY (ex Saigon)
Mezza pensione.
Prima colazione in Hotel e visita della cittadella imperiale di Hue, costituita dalla Fortezza Reale. La città sorge lungo le rive del Fiume dei Profumi e fu fondata nel 1687 con il nome di Phu Xuan e divenendo capitale della parte meridionale del Vietnam nel 1744. Ritornò capitale del Vietnam dal 1802 al 1945 sotto il regno dei 13 imperatori della dinastia Nguyen. Nel 1802 l’imperatore Nguyen An ne fece la capitale dell’intero Paese, ribattezzandola Hué. La Città Vecchia, con la Cittadella e la residenza imperiale, sorge sulla sponda sinistra del fiume, mentre la Città Nuova (ove un tempo abitavano gli europei) e le tombe imperiali sono sulla sponda destra.
Visita della "città purpurea proibita" che racchiude sale, palazzi e padiglioni; la pagoda Thien Mu e il mausoleo di Minh Mang con numerosi edifici e di Khai Dinh con numerose sale affrescate. Pranzo in corso di escursione. In tempo utile trasferimento in aeroporto e partenza in aereo per Ho Chi Minh City. Arrivo e sistemazione in Hotel. Pernottamento.

9° GIORNO: HO CHI MINH CITY – CU CHI – HO CHI MINH CITY
Pensione completa.
Prima colazione e partenza per l’escursione a Cu Chi, un’incredibile città sotterranea costituita da una serie di stretti tunnel, usata dai Vietcong durante la guerra con gli Americani.
Nel pomeriggio rientro e giro panoramico di Ho Chi Minh City, la vecchia capitale dell'Indocina francese, con sosta ad alcuni edifici coloniali come il Palazzo della Posta e la Cattedrale di Notre Dame. Visita al Museo dei Crimini di Guerra e successivamente al quartiere cinese di Cho Lon con la pagoda Thien Hau ed il grande Mercato. Pranzo in ristorante locale. Pernottamento in Hotel.

10° GIORNO: HO CHI MINH– Delta del MEKONG – CHAU DOC
Pensione completa.
Prima colazione in Hotel e partenza verso il delta del Mekong con arrivo a Vinh Long. Escursione in barca lungo gli innumerevoli rami del fiume, con visita del mercato galleggiante di Cai Be. Nel pomeriggio proseguimento per Chau Doc, con alcune soste lungo il percorso. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

11° GIORNO: CHAU DOC – PHNOM PENH (Cambogia)
Mezza pensione.
Dopo la prima colazione partenza in battello per Phnom Penh risalendo uno dei bracci del Mekong. Pranzo in corso di escursione.
Nel pomeriggio visita della bellissima capitale della Cambogia: la Pagoda d’argento, vero tesoro del Palazzo Reale, circondata da statue degli ultimi re cambogiani; la Pagoda Wat Phnom, costruita per commemorare una donna che scoprì quattro statue di Buddha trasportate dalla corrente del fiume; il bellissimo Museo Nazionale ricco dei capolavori d arte e cultura Kmer. Al termine delle visite trasferimento in Hotel. Pernottamento.

12° GIORNO: PHNOM PENH - SIEM REAP
Mezza pensione
Trasferimento in aeroporto e partenza in aereo per Siem Reap. All’arrivo trasferimento in Hotel e sistemazione nelle camere riservate. Successivamente escursione in battello sul Tonle Sap, il più grande di tutto il sud-est asiatico, dichiarato BIOSFERA protetta. Visita al villaggio galleggiante di pescatori Chong Kneas, con le tipiche costruzioni in legno. Pranzo in corso di escursione. Rientro in Hotel nel pomeriggio. Pernottamento.

13° - 14° GIORNO: SIEM REAP
Mezza pensione.
Il sito archeologico di Angkor fu l’antica capitale del grande regno Khmer, dal 9° al 15° secolo ed é una delle più fulgide testimonianze che il genio umano seppe creare nel campo delle arti, dell'architettura e dell'urbanistica. I suoi templi testimoniano ancora oggi la potenza e la gloria raggiunta da questa civiltà nel passato. Visite guidate per 2 giorni alla scoperta degli innumerevoli templi di Angkor, molti dei quali giacciono ancora nascosti nell'intrico della vegetazione. Inizio delle visite con Angkor Thom, capitale di Angkor dal 10° al 15° secolo. Se Angkor Wat è il capolavoro dell'Induismo classico, Angkor Thom testimonia il passaggio ad una ispirazione di segno diverso, quella del Buddismo Mahayana, maturata dopo la catastrofe del 1177, quando Angkor fu sommersa dall'Invasione dei Cham provenienti dall'attuale Vietnam. Portavoce di questo cambiamento fu il Re Jayavarman VII che ristrutturò completamente Angkor e, con una febbrile campagna edilizia dal 1181 al 1220, edificò la cittadella fortificata di Angkor Thom, che significa "città che sostiene il mondo dandogli la propria legge". Il mattino presto è il momento ideale per visitarla e si inizia dai siti di Jayavarman VII (1181-1220): Porta Sud, il celeberrimo Bayon, un tempio dedicato al Buddha così ricco di sculture e decorazioni da lasciare stupefatti. Si proseguirà con la visita di altri monumenti quali la Terrazza degli Elefanti e del Re Lebbroso, gli straordinari Ta Phrom e Preah Khan, questi ultimi quasi inghiottiti dalla vegetazione. 
Il tramonto è il momento migliore per la visita di Angkor Wat, maestoso tempio indù dedicato a Vishnu e ricco di splendidi bassorilievi e sculture raffinatissime. E’considerato il monumento più armonioso di Angkor per stile, proporzioni e concezione, divenuto simbolo nazionale rappresentando l'unità del popolo cambogiano; il complesso è raffigurato sulla bandiera del paese. Il tempio venne fatto costruire dal Re Suryavarman II (1113-1150), il "re protetto dal sole" che volle farne il suo mausoleo. La sua costruzione iniziò nel 1122 e terminò nel 1150, l'anno della sua morte. Angkor Wat occupa un'area di 2 milioni di metri quadri, circondato da un fossato largo 200 metri, le cui sponde erano ricoperte da gradinate.
E' l'unico tempio rivolto ad Occidente, in direzione del tramonto, sulla via dei morti. Impressionante è la decorazione di chilometri di bassorilievi scolpiti sulle pareti, nei porticati e nelle gallerie, che illustrano con incredibile ricchezza e vivacità le scene principali dei poemi epici indiani.
Nel pomeriggio del 14° giorno trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea, in tarda serata, per Milano Malpensa con scalo e cambio aeromobile a Singapore. Pasti e pernottamento a bordo.

15° giorno : SINGAPORE - MILANO
Arrivo all’aeroporto di Milano Malpensa nelle prime ore del mattino.

 

Nota al programma: Il programma è indicativo e potrebbe subire modifiche relativamente all’ordine di svolgimento delle visite ed escursioni previste. Ferma restando la loro effettuazione.

 

Potrebbero interessarti anche

Dal 01/01/2018 al 31/12/2018

LE MILLE PAGODE DEL MYANMAR (2018)

da € 1.095,00 / a persona
Scopri
Dal 04/12/2017 al 28/02/2018

Tour Classico: Pechino, Xian, Shanghai (speciale inverno)

da € 1.210,00 / a persona
Scopri
Dal 01/04/2017 al 31/12/2018

KERALA & SRI LANKA

da / a persona
Scopri
Dal 10/10/2017 al 30/09/2018

INDIA DEL NORD, KHAJURAHO e la Cittΰ Sacra di VARANASI

da € 1.400,00 / a persona
Scopri