Tour il Centroamerica: Guatemala, Honduras & Belize

Partenze garantite min. 2 partecipanti

da €2580,00


NOTE GENERALI
 

TOUR CON PARTENZE GARANTITE MINIMO 2 PARTECIPANTI

  • Le partenze sono sempre garantite con 2 partecipanti e prevedono date fisse di partenza.
  • La partenza dall’Italia è su base individuale. Il gruppo si forma sul posto e prevede il servizio di guida locale in lingua italiana (salvo ove diversamente indicato, in cui potrebbe essere bilingue).
  • Le quote di partecipazione dei tour non includono il costo del trasporto aereo. Quest’ultimo potrà essere prenotato individualmente oppure richiesto alla ns. organizzazione al momento della prenotazione del viaggio.



DOCUMENTI
Per l'ingresso in Messico è richiesto il passaporto in corso di validità. In dogana si deve presentare "La Tarjeta Turistica" (fornita dalla Compagnie Aerea) che deve essere conservata sino all’uscita dal Paese. Il visto d’entrata (per un massimo di 90 giorni) viene rilasciato in aeroporto.

DISPOSIZIONI SANITARIE
Nessuna vaccinazione è obbligatoria. Occorre comunque attenersi ad alcune indicazioni preventive, nonché mantenere una corretta igiene personale. Il primo consiglio è quello di non bere acqua se non imbottigliata, meglio ancora se addizionata di anidride carbonica (accertandosi sempre della effettiva chiusura del tappo) ed evitare di consumare verdure crude e frutta non sbucciata. È vivamente sconsigliato consumare cibo dalle bancarelle degli ambulanti. Di grande utilità le creme solari ad alta protezione, i repellenti antizanzare e i disinfettanti intestinali.

VALUTA
Per il Messico la valuta in corso di validità è il Pesos Messicano (N$), diviso in 100 centavos. 1 Euro equivale a circa 17 pesos. Si consiglia di portare dollari americani e di cambiare in Pesos piccole somme per volta. Il modo più pratico per trasportare denaro è attraverso le carte di credito, accettate nelle maggiori località turistiche. È possibile cambiare denaro nelle banche o negli uffici cambio, che hanno orari più elastici delle banche. Per il Guatemala la valuta in corso è il Quetzal. 1 Euro equivale a circa 10 Quetzal. Si consiglia di portare dollari americani e di cambiare piccole somme per volta. Le carte di credito sono accettate nelle maggiori località turistiche.

FUSO ORARIO
La maggior parte del Messico rientra nella zona con sei ore in meno rispetto al meridiano di Greenwich in inverno (sette ore in meno rispetto all’Italia) e cinque ore in meno nel periodo in cui in Messico è in vigore l’ora legale. Essendo però presenti anche altre fasce orarie la differenza di orario con l’Italia va dalle –7 ore al sud fino alle –9 ore al nord. La differenza oraria con il Guatemala è di - 7 ore, - 8 ore quando in Italia è in vigore l'ora legale.

LINGUA
La lingua ufficiale è lo spagnolo. Sono molto diffusi i dialetti indios (nahua e maya). Nelle località turistiche è parlato l'inglese e non manca chi parla, o quantomeno capisce l'italiano.

ELETTRICITA’
In Messico è 110 volts, in Guatemala da 115 a 125 volts. Occorre munirsi di adattatori per le prese americane (2 lamelle piatte) e trasformatori.

TELEFONO
Per chiamare l'Italia in teleselezione bisogna comporre lo 0039, seguito da prefisso della città italiana con lo zero iniziale e infine il numero dell'abbonato. Il prefisso internazionale del Messico é 0052, per telefonare in Messico dall'Italia bisogna selezionare lo 0052 seguito dal prefisso della città (Città del Messico è 05) senza lo zero ed infine il numero dell'abbonato. Rete cellulare: La rete GSM è attiva nei due paesi. Consigliamo di contattare il proprio operatore di telefonia mobile per informazioni sulle tariffe e sulla copertura della rete.

CLIMA
Viste le dimensioni del Messico le condizioni climatiche variano da regione a regione e sono influenzate dall’altitudine, dalla presenza del mare, della latitudine e dalle stagioni. Il Tropico del Cancro divide il Messico in due zone climatiche. A sud del tropico, nelle pianure costiere il clima è caldo e umido. Nell’interno, ad altitudini più elevate, il clima è molto più secco e temperato. I mesi più caldi, e anche più umidi sono compresi tra maggio e ottobre, mentre quelli più piovosi vanno da giugno a settembre.

ABBIGLIAMENTO
In linea generale consigliamo capi estivi o primaverili leggeri, un maglione per le serate più fresche a Città del Messico o in altre località di montagna e calzature pratiche e comode per le escursioni ai siti archeologici. La tecnica dell'abbigliamento a strati (capi leggeri e di medio peso da indossare, se necessario sovrapposti) consente di adeguare il grado di copertura corporea alle variazioni o agli imprevisti climatici del momento.

RELIGIONE
La religione maggiormente diffusa è il Cattolicesimo (89,7%). La chiesa cattolica messicana è una delle più conservatrici dell’America Latina e il simbolo più importante è la Vergine Maria dalla pelle scura. Vi sono anche in piccola percentuale Protestanti (4,9%) ed Ebrei (0,1%).

POPOLAZIONE
La popolazione ammonta a circa 100 milioni di abitanti, con una media di 49 abitanti per kmq. Vi sono 3 differenti gruppi etnici: Meticci (60%) Amerindi (30%) Bianchi (9%).

CIBO E BEVANDE
La cucina messicana e guatemalteca è fortemente regionalizzata e dai sapori molto forti, anche se non necessariamente piccanti. Le influenze della gastronomia europea si sono mescolate con l'eredità culinaria nazionale e precolombiana. Il mais è l'elemento base della cucina guatemalteca, preparato in vari modi e in particolare utilizzato per le "tortillas", sfogliatine farcite con fagioli, peperoni, formaggio o carne. Il peperoncino è molto usato per salse e ripieni, mentre i fagioli, altro cibo tipico, accompagnano insieme al riso i piatti di maiale, pollo o verdura. Per gli amanti del pesce consigliamo la verifica della cottura. Altri piatti tipici sono la zuppa al mais con verdure e maiale; le frittelle di mais riempite di carne, formaggio e vegetali e cotte al vapore avvolte in foglie di mais o banana. Varia ed abbondante è la frutta tropicale.

ARTIGIANATO
L’artigianato è vario, pittoresco, di buona fattura e numerosi sono i tipici mercati locali. Da non perdere i gioielli in argento di Taxco, la ceramica nera levigata di Oaxaca, e soprattutto i coloratissimi tessuti ed i relativi manufatti: borse, mantelli, tappeti e sciarpe.

FOTOGRAFIA E VIDEORIPRESE
Premunirsi di materiale sufficiente al proprio fabbisogno dall'Italia perché non sempre è facile da reperire. In alcune zone le videoriprese sono soggette al pagamento di tasse in loco. Si ricorda che non sempre le popolazioni, in particolar modo le comunità indigene, amano farsi riprendere.

CENNI STORICI MESSICO
Il Messico fu sede delle civiltà dei Maya dei Toltechi e degli Azteca, il territorio fu scoperto da Hernán Cortés. Dal 1520 il Messico divenne colonia spagnola, con il nome di Nuova Spagna. A capo di questa colonia vi era in qualità di governatore e capitano generale Cortès. Il malcontento della popolazione indigena si fece sempre più sentire fino a quando insorsero contro il governo di Cortès, ma il tentativo di espellere il suo governo e quindi gli spagnoli fallì quando il capo del popolo insorto Hidalgo venne fucilato nell'agosto 1811; a questo punto la rivolta riprese sotto la direzione di un altro sacerdote, il meticcio José Maria Morelos. Ma anche questo tentativo fallì con la morte di Morelos nel dicembre 1815. Nel 1821 il generale Agustin Iturbide, capo dell'esercito spagnolo in Messico intavolò trattative con Vicente Guerrero, capo della popolazione insorta, per ottenere l'alleanza degli insorti e gettare le basi del futuro Stato messicano. Più tardi Iturbide entrò trionfalmente nella capitale, si fece proclamare imperatore del Messico nel 1822. Ma non durò a lungo poiché il generale Antonio Lopez de Santa Anna, con l'appoggio dei liberali promulgò una nuova costituzione repubblicana. Dal 1824 fino al 1970 per il Messico non fu un periodo facile, poiché si susseguirono sei diversi regimi (repubblicani, federalisti, centristi, dittature), insurrezioni, gravi crisi economiche. Agli inizi del Novecento, dopo una rivoluzione popolare scoppiata e guidata da Pancho Villa e da Emiliano Zapata, il potere passò nelle mani di governi riformisti che attuarono alcune riforme agrarie, mantenendo una politica internazionale neutrale Negli anni Novanta il paese vede come unica via d'uscita della grave crisi economica l'intervento internazionale e la riduzione, se non la cancellazione del debito estero. Il presidente Salinas de Gortari avviò un programma di riforme.

LETTURE CONSIGLIATE MESSICO
Civiltà azteca di George C. Vaillant (Einaudi, Torino 2003)
La civiltà azteca dall'arrivo dei primi indiani nella valle del Messico alla conquista spagnola.

Frida Kahlo di Sarah M. Lowe (Selene, Milano 2003)
Panoramica sulla pittura di Frida Kahlo, caratterizzata dall'amore per il marito Diego Rivera, la sofferenza per un corpo straziato a causa di un incidente e la passione politica per il proprio paese, il Messico.

Il labirinto della solitudine di Octavio Paz (Mondadori, Milano 1990)
Un ritratto esauriente dei miti e del carattere messicani, dalla penna del maestro della letteratura messicana vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1990.

Il sangue di Montezuma di Ross Oakland (Piemme, Casale Monferrato 2002)
La storia di Montezuma al momento del fatale sbarco degli spagnoli.

La conquista del Messico. 1517-1521 di Bernal Diaz del Castillo (Tea, Milano 2002)
La storia di un evento leggendario, l'impresa di Cortes, una guerra sanguinaria e feroce.

LETTURE CONSIGLIATE GUATEMALA
Maya (Armenia, Milano 2002)
Illustra i fondamenti culturali di questa civiltà scomparsa alla luce delle più recenti scoperte archeologiche.

Mi chiamo Rigoberta Menchú di Elisabeth Burgos (Giunti, Firenze 1999; collana 'Superastrea')
Racconta la vita del premio Nobel per la pace 1992 tra la gente maya dell'altopiano e ricostruisce la storia della sua presa di coscienza sociale.

Miti maya e aztechi di Karl Taube (Mondadori, Milano 2001)
È un classico sull'argomento.

Mulatta Senzanome di Miguel Angel Asturias (Mondadori, Milano 2001)
L'anima del Guatemala e la sua umanità meticcia vibrano in uno dei migliori romanzi dello scrittore, vincitore del Premio Nobel.


PARTENZA GARANTITA MINIMO 2 PARTECIPANTI

Date di Partenza

2017

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Solo Tour

(10 giorni/9 notti)

Giugno 12 – 26

 

 

€ 2.580,00

Luglio 10 – 17 – 24 - 31

Agosto 07 - 28

Settembre 11 - 25

Ottobre 09 – 16 - 30

Novembre 13 – 27

Supplementi

Camera singola

€ 585,00

Riduzioni

Bambini fino a 12 anni n.c.

€ 1080,00

Adulto in tripla

€ 80,00

 

Quota di iscrizione € 40,00


CAMBIO DOLLARO applicato a Giugno 2017: 1 EURO = 1,13 USD


Le quote di partecipazione comprendono:

  • Trasferimenti aeroportuali;
  • Sistemazione negli hotels indicati o similari (4* a Cittá del Guatemala, Antigua, Atitlan, Livingston, Flores e Belize City, 3* a Copan, 5* a Kohunlich)
  • Colazione americana in tutti gli hotels, 5 pranzi e 1 cena
  • Tasse e servizio negli alimenti inclusi nel programma
  • Trasporto in Van Americana 8/10 posti o microbus o autobus con aria condizionata e amplificazione.
  • Guida-accompagnatore di lingua italiana-spagnola durante tutto il viaggio (guatemalteca e messicana)
  • Ingresso ai siti archeologici e musei indicati in programma
  • Facchinaggi negli aeroporti e hotels
  • Assicurazione medico-bagaglio Allianz Global Assistance
  • Kit da viaggio Entour

Le quote di partecipazione non comprendono:

  • Voli e Tasse aeroportuali internazionali
  • Tasse doganali a Melchor de Mencos (frontiera Guatemala-Belize) e alla frontiera del Belize e Messico
  • Le cene e i pasti non indicati nel programma
  • Bevande ed extra personali negli hotels e nei ristoranti
  • Mance ad autisti e guide
  • ???????Tutto quanto non espressamente indicato ne "la quota di partecipazione comprende"

Tour il Centro America: Guatemala, Honduras & Belize

1º Giorno – Lunedì Guatemala
Arrivo all’aeroporto internazionale di Cittá del Guatemala e trasferimento all’hotel Barcelo’ Guatemala City o similare. Registrazione e pernottamento.

2º Giorno – Martedì Guatemala / Antigua (50 Km)
Dopo la prima colazione partenza per Antigua antica capitale del Guatemala. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Soleil Antigua. Intera giornata dedicata alla visita della città, monumento coloniale delle Americhe. Fra i suoi tesori coloniali segnaliamo in forma particolare il Palazzo dei Capitani Generali ed il Palazzo della Municipalitá nonché la Piazza delle Armi ed il Palazzo del Governo. Di grande interesse sono anche le rovine di differenti chiese e conventi come quelle della Merced e dei Cappuccini. Pernottamento.

3º Giorno – Mercoledì Antigua / Atitlán (100 km)
Partenza per Atitlan. Arrivo a Panajachel e sistemazione presso l’hotel Porta del Lago o similare. Atitlan uno dei laghi più belli del mondo, dominato da tre volcani ed abitato sulle sue sponde da diverse comunità appartenenti a differenti etnie. Nel pomeriggio giro del lago di Atitlán in lancia, con sosta per una visita a San Antonio Palopó. San Antonio Palopó è un caratteristico villagio dove si potranno ammirare il colore ed il folclore degli abitanti dell’altipiano Guatemalteco. Al termine rientro in hotel. Pernottamento.

4º Giorno – Giovedì Atitlan / Chichicastenango / Guatemala (200 km)
Di prima mattina partenza per Chichicastenango, ubicato a circa un’ora di strada; visita della chiesa di Santo Tomas, situata nella piazza principale dove gli indigeni bruciano incenso e pregano i loro dei, e del mercato indigeno piu’ conosciuto del Guatemala, dove si mescolano usi e costumi maya e iberici. Il giovedi’ e la domenica, giorni di mercato, tutto il paese diventa un gran bazar di artigianato dove si possono trovare tessuti, oggetti in legno e ceramiche multicolori. Pranzo in ristorante e continuazione a Città del Guatemala. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Barceló Guatemala City. Pernottamento.

5º Giorno – Venerdì Guatemala / Copan (230 km)
Partenza in pullman per Copan in Honduras, per la visita del centro archeologico considerato dall’UNESCO patrimonio dell’umanita’certamente uno dei piu’ grandiosi di tutta la Cultura Maya, celebre per i suoi toni barocchi e per le sue straordinarie steli e altari cerimoniali appartenenti al periodo Classico. Pernottamento all’hotel Marina Copan o similare.

6º Giorno – Sabato Copan / Quirigua / Livingston (196 km)
Partenza in pullman per Puerto Barrios. Durante il percorso, visita del centro archeologico di Quirigua. Qui si potrà ammirare la più grande pietra scolpita dai Maya, il suo peso è di circa 65 tonnellate. Proseguimento in moto-ancia per Livingston. Sistemazione presso l’hotel Villa Caribe o similare. Pernottamento.

7º Giorno – Domenica Livingston / Flores (210 km)
Escursione in barca lungo il Rio Dulce, dove sará possibile ammirare la lussureggiante vegetazione tropicale di questo angolo del Guatemala. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio 3 ore di strada a Flores. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Peten Esplendido o similare. Pernottamento.

8º Giorno – Lunedì Flores / Belize City (267 km)
Escursione a Tikal con pranzo. Tikal è considerato il sito maya più bello: l’incredibile abbondanza di piramidi e steli, dimostra che questa città’ fu’ la più importante del mondo Maya nell’VIII secolo. Le rovine, buona parte ancora coperte dalla vegetazione, si trovano in un’area di 576 chilometri quadrati e quelle già riportate alla luce si possono vedere passeggiando vicino a piramidi alte fino a 70 metri, che furono costruite 200 anni prima della nostra era. Dall’alto del tempio IV, la vista sopra la giungla del Peten è impressionante. Al termine della visita, pranzo e proseguimento per Belize. Arrivo e pernottamento all’hotel Biltmore Express o similare

9º Giorno - Martedì Belize City / Kohunlich (211 km)
Al mattino partenza per Tower Hill da dove si navigherà lungo il fiume per circa due ore per raggiungere il centro religioso di Lamanai, nome che significa letteralmente “coccodrillo sotto l’acqua”. Durante questa escursione in motolancia si potranno osservare alcune rare specie di pipistrelli ed uccelli, con un poco di fortuna si potranno incrociare anche coccodrilli e tartarughe. Il centro archeologico si trova nel cuore della foresta tropicale piena di frutta esotica, inondata dai profumi della natura, la cui pace e’ interrotta dalle urla delle scimmie. Questa zona archeologica fu’ costruita fra il 100 e il 900 D.C. Al termine della visita di Lamanai rientro a Tower Hill in motolancia per il pranzo in ristorante e proseguire in pullman verso la frontiera tra Belize e Messico. Dopo le operazioni doganali, si cambiera’ mezzo di trasporto, proseguendo quindi in bus, per raggiungere l’hotel Explorean Kohunlich situato nel mezzo della lussureggiante giungla Maya, luogo perfetto per vivere a contatto con la natura e conoscerne i suoi misteri. Cena in Hotel. Pernottamento

10° Giorno – Mercoledì Kohunlich / Riviera Maya o Cancun (340 km circa)
Mattinata libera per rilassarsi a contatto con la natura ed ammirare il grandioso “mare” di verde che si estende davanti al lounge dell’hotel. Partenza per la Laguna di Bacalar, conosciuta anche con il nome di “Laguna dei Sette Colori”, questo per i diversi toni di turchese, giada ed acquamarina delle sue acque che si snodano per 50 chilometri di lunghezza. Pranzo e proseguimento per la Riviera Maya o per Cancun.

N.B. Il programma è orientativo e potrebbe subire modifiche fermo restando l’effettuazione delle visite menzionate. I passeggeri di questo circuito potrebbero essere integrati con passeggeri di altri circuiti proseguendo congiuntamente il programma previsto. Alcune date potrebbero prevedere la condivisione dei servizi con clienti spagnoli, portoghesi e latino americani.

Potrebbero interessarti anche

Dal 28/07/2017 al 31/03/2018

Passione Argentina

da € 1.015,00 / a persona
Scopri
Dal 27/11/2017 al 09/12/2017

ADORABILE.... CUBA!

da € 2.650,00 / a persona
Scopri
Dal 14/04/2017 al 30/12/2017

Tour Perω & Bolivia

da € 1.945,00 / a persona
Scopri
Dal 19/04/2017 al 30/12/2017

Peru Essenziale

da € 1.295,00 / a persona
Scopri